Formazione “tra arte terapia, pedagogia e natura”

IMG_20181125_111857882_BURST002 (1)Sulla zattera si fa anche formazione: “Tra arte terapia, pedagogia e natura” è un progetto intenso e appassionato, partito nel 2016 dopo una serie di richieste da parte di educatrici e insegnanti interessate a conoscere e sperimentare l’utilizzo dell’arte terapia e della lettura ad alta voce o in silenzio in svariati contesti sia individuali che di gruppo.

Ispirato ai colori, alle forme e alle esperienze che si sono sviluppate in questi anni attorno ai miei viaggi in zattera, racchiude i saperi di storie diverse e significative, vissute in svariati contesti di lavoro, ricerca e sperimentazione. Si connette così, semplicemente, con la dimensione leggera eppure profonda delle immagini, dei movimenti, delle tracce e dei silenzi: strumenti autentici di contatto e relazione che richiedono costantemente presenza, aggiornamento, cura e attenzione.

Ha a che fare con la salvaguardia dell’unicità di ogni persona e con quelle variabili di accoglienza, valorizzazione e inclusione che si attivano quando le funzioni educative non si limitano al raggiungimento degli obiettivi previsti, ma contemplano anche la scelta consapevole di esserci per accompagnare ciascuno a sviluppare il proprio potenziale.

Presuppone un coinvolgimento personale forte, poiché la questione principale dalla quale si parte in ogni situazione è l’essenza stessa dell’individuo/professionista qui e ora, con il desiderio di mettersi in gioco in questa precisa dimensione utilizzando le suggestioni e gli stimoli che di volta in volta vengono forniti dall’arte terapeuta o dal contesto di riferimento.

Ogni percorso di formazione è nuovo e originale poiché si modella sulle caratteristiche del gruppo a cui è destinato e segue un’impostazione flessibile, che lascia molto spazio all’imprevedibile e allo straordinario, prendendo spunto dalla quotidianità reale e quindi da specifiche situazioni lavorative, bisogni e richieste dei partecipanti.

“Tra arte terapia, pedagogia e natura” vorrebbe essere un’occasione operativa di scambio, approfondimento e azione, volta alla formulazione di metodi personali estremamente pratici e adattabili ai contesti concreti in cui ciascuno opera abitualmente.

Ogni percorso comporta un’immersione nella pura sensorialità: tema molto caro alla zattera dell’arte terapia, che si è ispirata fin dalla sua nascita ai laboratori condotti per tanti anni all’interno di un servizio educativo per persone con disabilità gravi, trovando soprattutto nei silenzi, nelle attese e negli sguardi condivisi il senso di quello scambio vitale, che  permette al maestro stesso di apprendere dall’allievo, consentendo di raggiungere la valorizzazione della bellezza di ogni persona, offrendo la possibilità di trovare un piacere percettivo in ogni esperienza e riconoscendo come speciali e straordinari i piccoli gesti spontanei e creativi generati dalla semplicità, dalla naturalezza e dal rispetto reciproco.

Nel tempo gli appuntamenti formativi in zattera o su zattera si sono aperti a categorie professionali differenti, perché la relazione non è oggetto soltanto dell’educazione e quindi, chiunque abbia interesse ad approfondire il proprio modo di stare con sé e con l’altro nel qui e ora, potrà essere protagonista e autore della propria avventura tra arte terapia pedagogia e natura.

Mi piacerebbe che ogni percorso partisse da necessità concrete, pertanto vi invito a chiedere a voi stessi o all’ équipe a cui vorreste proporre la formazione, gli argomenti da approfondire, indagare, sperimentare sulla zattera dell’arte terapia.

In seguito a qualsiasi richiesta invierò un elenco degli interventi possibili, impegnandomi a formulare una proposta specifica “su misura” nel momento in cui avremo stabilito insieme la direzione da seguire.

Ecco una presentazione generale del percorso

Schermata 2020-02-10 alle 09.11.57

 

E alcune  locandine di eventi formativi “in trasferta” proposti in questi anni insieme a colleghe preziose.

thumbnail (2)thumbnail (4)

 

Schermata 2019-03-18 alle 09.07.56Schermata 2019-03-18 alle 09.08.18

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...