IL FUOCO. Com’è? Perché? Lo sento dentro ME! Un intenso viaggio di sperimentazione e scoperta attraverso l’arte terapia presso la Scuola Primaria

DSCF2616 DSCF2614

 Un giorno, “la zattera dell’arte terapia”, sbarca nell’atrio della Scuola Primaria di Colzate con una candela accesa e tante sfumature da scoprire.

Le classi quarta e quinta, prima, seconda e terza, intraprendono così un viaggio che si propone di illuminare colori, accendere forme, trasformare materiali, sperimentare piccoli gesti e raccontare semplici storie personali, ricche di originalità, emozioni e spontaneità.

Il gioco comincia sempre con racconti e parole, ma poi si sposta su azioni e movimenti che servono a lasciare traccia. Nascono così diversi frammenti che parlano di vissuti individuali, sentimenti profondi e personalità in evoluzione.DSCF3471

Ogni bambina e ogni bambino, in un clima di libertà, divertimento e leggerezza (profonda), crea e ricrea il proprio piccolo mondo interiore, offrendo agli altri la possibilità di scorgerne qualche scintilla o addirittura scegliendo di condividere il processo creativo con una compagna o un compagno speciale, per dare vita ad un’opera a più voci.

Quando ciascuno ha dato forma alle emozioni attraverso l’elaborazione dei materiali, ecco che tornano le parole: uno alla volta i lavori si presentano alla classe, talvolta col tono deciso e tranquillo degli autori più coraggiosi, talvolta con la vocina leggera di chi non sente un grande bisogno di raccontarsi agli altri, talvolta con la mediazione dell’arte terapeuta, che prova a raccontare la storia che vede, ma ha bisogno di confrontarsi con l’autore o l’autrice per ricevere conferme e specifiche.

Così, nello spazio di alcuni intensi incontri, avviene un passaggio e si verifica una trasformazione sia all’interno del gruppo-classe, che all’interno di ogni bambino: l’indagine partita da una candela accesa, conduce ora nell’interiorità di ciascuno. Un’interiorità capace di illuminarsi grazie all’espressione e alla comunicazione più o meno silenziosa di stati d’animo e sentimenti.

DSCF2590Quel fuoco che al primo incontro con ogni classe, rispondendo alla domanda “com’è?”, mostra le sue caratteristiche in tratti più o meno marcati, al secondo incontro comincia ad esprimere la sua forza esplosiva cercando il proprio spazio su un grande cartone attraverso la risposta ad un “perchè?” e all’ultimo incontro, nella fase di conclusione del viaggio, può simbolicamente  mostrare e riconoscere il suo valore ogni volta unico e originale, dividendosi in tanti piccoli fuochi in scatola che, in modi molto diversi, rappresentano il mondo interno dei bambini e delle bambine che  li hanno creati.DSCF3472

L’arte terapia alla scuola primaria offre ai bambini uno spazio libero di sperimentazione spontanea, garantendo quel clima accogliente e mai giudicante essenziale per l’autentica espressione individuale. Agli insegnanti viene così offerto un nuovo punto di vista sulla classe che, partendo dalle diverse individualità presenti, ne evidenzia le risorse e ne mette in luce i limiti al fine di contenerli stimolando integrazione, armonia, fiducia e coesione.DSCF3274

La bellezza soggettiva e lo slancio originale all’interno del gruppo classe vengono rispettati, accolti e sostenuti come valori importanti e indipendenti dalla prestazione: ciascuno nello spazio dell’arte terapia è in gioco per se stesso e il solo risultato che deve ottenere è la gratificazione personale, nel rispetto dei compagni e dell’attività stessa.

La creatività spontanea viene stimolata dalle indicazioni dell’arte terapeuta, dalle storie proposte e dai molteplici materiali a disposizione, offrendosi come spazio d’ascolto delle emozioni, come possibilità di sfogo personale e come luogo sicuro in cui depositare carichi eccessivi.

DSCF2812

La presenza attiva di almeno un’insegnante all’interno del laboratorio rafforza il legame emotivo tra i bambini e gli adulti di riferimento: sentendosi visti e ascoltati dalle insegnanti e potendo partecipare alla presentazione delle libere creazioni realizzate anche dalle maestre, i bambini possono sentire e condividere emozioni provenienti dal mondo adulto, in un clima intimo e rilassato.DSCF2840

La proposta di uno stesso percorso per diverse classi, pone l’accento sulla specificità di ogni fase scolastica e consente di adeguare l’intervento al gruppo “in diretta”, garantendo ad ogni classe la possibilità di essere protagonista di un’avventura unica e originale, ma nello stesso tempo anche co-protagonista di un viaggio condiviso con l’intera scuola.

DSCF2813

DSCF2889

© Michela Baretti, 2015

2 commenti Aggiungi il tuo

  1. Sabrina Theulon ha detto:

    Complimenti, è davvero interessante il lavoro che fai e che fai fare a questi bambini.

    "Mi piace"

    1. Grazie Sabrina, mi fa molto piacere il tuo commento :-)!

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...